sabato 11 giugno 2016

Sbrisolona con crema di ricotta, pere e ciocolato fondente per ‪#‎scambiamociunaricetta.

Lo scambio ricette è un appuntamento imperdibile,  perchè ogni volta si scopre un mondo nuovo ! Tante nuove ricette, curiosità,  ma piu' di tutto si conosce una nuova amica che condivide la tua stessa passione per il food. Questa volta sono andato a curiosare nel blog di Lisa Panozzo - In cucina con Panny  ed è stata per me una piacevole sorpresa. Lisa è una persona molto dinamica, fa moltissime cose ma come me si rilassa mettendosi ai fornelli. Andate anche voi a curiosare e sicuramente troverete qualche buon dolce da preparare,  perchè a lei piacciono i dolci e la pasticceria e sicuramente saprà prendervi per la gola. Con me c'è riuscita! Io ho scelto di replicare a mio modo la sua golosissima sbrisolona con ricotta, pere e cioccolato fondente. Provatela e fatemi poi sapere...



SBRISOLONA CON CREMA DI  RICOTTA, PERE E CIOCCOLATO FONDENTE.



Ingredienti per stampo da 24 cm di circonferenza

Per la frolla
  • 300 g di Farina tipo 1
  • 125 g  di burro
  • 130 g  di zucchero di canna
  • 1 uovo ed 1 tuorlo
  • 1 pizzico di sale
  • Scorzetta grattugiata di 1 limone bio
  • ½ cucchiaino scarso di lievito pane angeli
Per la crema
  • 400 g di ricotta vaccina asciutta
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo grande
  • 2- 3 pere conference
  • 100 g di gocce di cioccolato fondente
  • Succo di ½ limone
  • Un po’ di cannella se gradita

Preparazione

Versare nella ciotola dell’impastatrice la farina, lo zucchero, un pizzico di sale ed il lievito per dolci e mescolare il tutto per pochi secondi. Aggiungere lo zucchero di canna , la scorzetta di limone grattugiata e le uova . Lavorare il tutto per pochi secondi , senza scaldare l’impasto,  formando un panetto ben compatto. Staccare poco meno di  1/3 dell’impasto e metterlo in freezer avvolto in pellicola alimentare , il resto avvolgerlo sempre con la pellicola e lasciarlo riposare per almeno 30 minuti in frigorifero. Per la crema  conviene preparare prima le pere che vanno sbucciate e tagliate a dadini piccoli, vanno irrorate con il succo di limone e 1 cucchiaio di zucchero e poi ripassate in padella con una nocciola di burro. Dovranno cuocere non piu’ di 5 minuti. Lasciar intiepidire . In una ciotola versare lo zucchero con l’uovo e mescolare per qualche minuto, poi  aggiungere la ricotta, la cannella i dadini di pera ed alla fine le gocce di cioccolato. Conservare la crema in frigorifero fino al momento della farcitura della frolla. Stendere la frolla a circa 0.5 cm di spessore , rivestire una teglia precedentemente unta con burro e poi infarinata, bucherellare il fondo con una forchetta e poi versare la crema di ricotta. Livellare il tutto per bene. Prendere la frolla dal freezer e grattugiarla con una grattugia a fori grandi lasciando cadere le briciole su di un foglio di carta forno su avrete distribuito in precedenza poco zucchero di canna. Mescolare le briciole con lo zucchero e poi distribuirle sulla crema di ricotta avendo cura di coprire   tutta la circonferenza della torta. Cuocere in forno caldo statico a 165°C per circa 40 minuti e fino a completa doratura. Prima di consumarla lasciarla raffreddare completamente nello stampo. Decorare con zucchero a velo.





giovedì 5 maggio 2016

Pollo croccante al cocco per scambiamociunaricetta.

Il giochino dello scambio ricette mi sta piacendo molto e questa volta sono andato a curiosare nel blog di Elisa dedicato al gluten free. Glutenfreely direi è un  vero concentrato di curiosità, ricette creative e non solo ....è un angolo tutto da scoprire . Tra le tante ricette interessanti ed invitanti,  ho voluto sceglierne una semplice ma con un tocco di originalità a cui io ho aggiunto qualcosa per renderla ancor piu' buona. Lo sapete io purtroppo ci devo sempre aggiungere qualcosa di mio!!! Guardate un po'...

POLLLO CROCCANTE AL COCCO.



Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr petto di pollo
  • 250 gr di corn flakes di mais
  • 80 gr cocco rapè
  • 2 uova medie
  • ½  lime
  • Olio extra vergine di oliva
  • Timo
  • Pepe rosa
  • Pepe verde
  • Sale
Preparazione

Preriscaldare il forno a 200°.
Tagliare il petto di pollo a striscioline larghe circa 2 cm. In un mixer tritare grossolanamente i corn flakes e poi  riporli in una ciotola con il cocco rapè.
Versare in una ciotola capiente un generoso giro d’olio extravergine di oliva, il succo di mezzo lime, il pepe rosa e verde schiacciati, il timo ed un paio di pizzichi di sale. Emulsionare il tutto e poi aggiungere le striscioline di pollo che andranno marinate in frigo per circa 1 ora. Trascorso questo tempo, sbattere le uova con un pizzico di sale e un po’ di pepe in un'altra ciotola.
Ripassare le striscioline di pollo marinato prima nell'uovo e poi nei corn flakes tritati schiacciando bene con le mani. Foderare una teglia con un foglio di carta forno leggermente unta con olio extravergine di oliva e poi disporre il pollo completando con un filo d’olio extravergine prima di infornare. 
Cuocere in forno per 10 minuti circa, fino a doratura completa. Servire caldo accompagnato con salse o con della misticanza.




 La ricetta originale potete leggerla qui


mercoledì 30 marzo 2016

Spaghetti alla chitarra alla gricia con carciofi.

Questo piatto è un omaggio alla tradizione laziale, infatti ho cercato di reinterpretare un classico della cucina romana arricchendolo dei carciofi. Non ci scordiamo che la gricia è l'antenata della famosa amatriciana ed entrambi rappresentano la tradizione della cucina romana. In realtà anche i carciofi sono molto presenti nei piatti tipici romani ed oggi ho pensato di aggiungerli in questo gustoso e sostanzioso piatto. L'invito è sempre quello di scegliere i migliori prodotti per realizzare questo piatto,  perchè quando gli ingredienti sono pochi e semplici è la loro scelta e qualità che fa la differenza. Con questo vi invito a provarla e ne resterete affascinati!!

Spaghetti alla chitarra alla gricia con carciofi.



Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di Spaghetti alla chitarra Dedicato Granoro
  • 100g di guanciale a listarelle
  • 3 carciofi
  • 100 g di pecorino romano laziale D.O.P
  • Olio extravergine di oliva
  • 1 scalogno
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • Prezzemolo tritato
  • Sale e pepe q.b

Preparazione

Pulire i carciofi eliminando le foglie più esterne e dure, tagliare le punte e poi tagliare in due il carciofo per eliminare l’eventuale barbetta interna. Versare dell’acqua in una ciotola e acidulare con il succo di mezzo limone. Tagliare i carciofi a fette sottili e poi versarli nell’acqua acidulata eviterà di farli annerire. In una padella larga e capiente versare un generoso giro d’olio extravergine e far riscaldare. Aggiungere metà scalogno tritato e lasciar imbiondire poi versare il guanciale tagliato a listarelle sottili e lasciarlo rosolare per qualche minuto evitando di farlo bruciare o seccare. Togliere quasi tutto il guanciale dalla padella e riporlo in un piatto con carta assorbente. Nella stessa padella versare i carciofi debitamente sgocciolati e lasciar rosolare per qualche minuto, sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Una volta evaporata la parte alcolica del vino,  versare un po’ d’acqua calda, un po’ di prezzemolo tritato, un pizzico di sale ed una macinata di pepe creola, coprire con un coperchio e lasciar cuocere per circa 10 minuti avendo cura di non far asciugare i carciofi. Cuocere in abbondante acqua salata gli spaghetti alla chitarra ricordando di scolarli ancora al dente. Versare gli spaghetti alla chitarra nella padella del sugo di carciofi, aggiungere un mestolino di acqua di cottura, il guanciale che avevamo messo da parte e portare a cottura gli spaghetti alla chitarra. Se necessario aggiungere altra acqua di cottura. Io di solito li preferisco molto al dente percio’ questa fase finale di mantecatura è molto veloce. Spegnere il fuoco ed aggiungere il pecorino romano laziale D.O.P grattugiato, mescolare per bene perché dovrà formarsi in questa fase una cremina di formaggio. Completare con un po’ di prezzemolo tritato ed una generosa macinata di pepe creola. Servire molto caldi perché solo così si apprezza bene il sapore del guanciale e del pecorino.


mercoledì 23 marzo 2016

Ciambella Fluffosa - Chiffon cake agli agrumi.

La Fluffosa non poteva mancare!!Ieri sera appena tornato a casa l'ho preparata!Non volevo mancare a questo appuntamento così importante per me e per tutte le amiche ed amici di Ifood , il primo compleanno del portale che è riuscito ad aggregare veramente tanti food blogger che condividono la stessa passione per il cibo e per la buona cucina e non solo. Abbiamo deciso di festeggiare tutti insieme preparando questo dolce tanto semplice quanto buono e versatile, si presta veramente a mille interpretazioni. Io ho scelto la versione agli agrumi a cui ho associato il cioccolato fondente. E' stata così buona che è durata pochissimo...i miei bimbi l'hanno divorata in meno di 1 giorno. Una meteora!!! Vi lascio  questa collaudatissima ricetta affinchè possiate replicarla e gustarne la sua infinita bontà. Buon Compleanno Ifood!!!



Ciambella Fluffosa- Chiffon cake agli agrumi.



Ingredienti per stampo da cm 24 di diametro .


  • 200 g di farina “00”
  • 200 g di zucchero
  • 5 uova medie
  • 150 g di spremuta di 1 arancia e ½ limone
  • Scorzetta grattugiata di 1 arancia e di 1 limone bio
  • 80 g di olio di semi
  • 1 bustina di lievito paneangeli
  • ½  cucchiaino scarso di bicarbonato
  • Un pizzico di sale
  • Semi di un baccello di vaniglia o vanillina
  • 120 g di cioccolato fondente
  • Zucchero in granella


Preparazione

In una ciotola versare la farina setacciata, lo zucchero, il sale, il bicarbonato ed il lievito per dolci. Al centro creare un buco  e versare in ordine senza mescolare :  l’olio di semi, i tuorli, la spremuta di arancia e limone, la scorzetta grattugiata di limone e arancia, la vanillina o i semi di vaniglia. Montare separatamente a neve ferma gli albumi. Mescolare con una frusta o con un frullino tutti gli ingredienti secchi e liquidi fino ad ottenere un composto omogeneo. Incorporare delicatamente con una spatola gli albumi montati mescolando dal basso verso l’alto facendo attenzione a non smontare l’impasto. Ungere lo stampo con il burro e poi infarinarlo, versare il composto e livellare. Cuocere in forno caldo a 170°C per circa 40 minuti . Consiglio la prova stecchino per verificare che l’interno del dolce sia perfettamente  cotto. Una volta pronto sfornare e far raffreddare . Fondere il cioccolato a bagnomaria e decorare il dolce colando il cioccolato sulla parte superiore. Aggiungere se piace anche zucchero in granella.




 

lunedì 22 febbraio 2016

Torta delicata allo stracchino e zucchine al profumo di menta per #scambiamoci una ricetta.

Ancora una piacevole scoperta grazie a #scambiamociunaricetta.......................Questa volta sono andato a curiosare nel blog di Alessandra una cara amica piemontese e nel  suo blog  "Ricette di Cultura"  ho trovato tante ricette interessanti e non solo. Qui c'è veramente tanto da leggere ed imparare perchè Alessandra si diverte a ricercare nella storia le origini e le curiosità di tanti piatti che oggi realizziamo ma di cui conosciamo molto poco. Per me è stata una piacevole esperienza che mi ha fatto conoscere storie e aneddoti a me sconosciuti , non è il solito blog di ricette dove tutto si gioca intorno agli ingredienti ed alla preparazione del piatto,  c'è veramente tanto di piu'. Ve lo consiglio!!! Fidatevi....La ricetta che ho scelto di interpretare ,  è quella che piu' si avvicina al mio modo d'essere, ai miei gusti , ai miei piatti ed a quelli che preferisco preparare . Ho lasciato il titolo originario della ricetta per omaggiare chi ha creato questa raffinata e delicata "torta",  ma la stessa ricetta nelle mie mani è cambiata e si è colorita di  sapori e profumi del Sud,  è diventata un po' piu' strong, piu' verace,  un po' piu' ricca. Ho apportato piccole modifiche ma nessuno vieta di replicarla in maniera fedele così come l'ha realizzata Alessandra sul suo blog. Ora guardate un po' cosa è diventata la torta delicata...............una gustosa focaccia farcita in stile pugliese, morbidissima e molto leggera...........


Torta delicata allo stracchino e zucchine al profumo di menta.



Ingredienti per una teglia di diametro 26 cm.

Per la pasta lievitata:

  • 200 g di semola rimacinata
  • 200 g di farina “00”
  • 250 ml di latte tiepido
  • 30 gr di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • ¼ di panetto di lievito di birra fresco
  •  
Per la farcia:
  • 2 zucchine medio- grandi
  • 2 cipollotti
  • 2-3 foglioline di menta
  • 250 gr di stracchino
  • 4-5 fette di mortadella
  • 100 g di scamorzone
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • Sale e pepe q.b
  • Un pizzico di curcuma.

Preparazione

Per la pasta lievitata : versare entrambe le farine setacciate nella ciotola dell’impastatrice, aggiungere il sale e lo zucchero e mescolare il tutto per qualche secondo. Sbriciolare il lievito, aggiungere il latte appena tiepido e l’olio extravergine. Lavorare il tutto per circa 6-7 minuti e fino a quando non si formerà un impasto sodo ed elastico. Ungere con un filo d’olio extravergine di oliva una ciotola e versare l’impasto , coprire e lasciar lievitare per almeno 2 ore. Intanto si puo’ procedere per la preparazione della farcia. Mondare e lavare le zucchine e poi tagliarle a julienne. In una padella capiente versare dell’olio extravergine di oliva ed i cipollotti precedentemente tagliati anch’essi a julienne. Lasciar dorare a fuoco basso poi aggiungere le zucchine e sfumare con poco vino bianco, aggiungere un po’ di sale e pepe. Cuocere per circa 10 minuti avendo cura di far evaporare il liquido di cottura. Aggiungere le foglioline di menta spezzettate a mano.  Trascorse le 2 ore di lievitazione , dividere l’impasto in due parti e ricavarne due dischi. Ungere una teglia con olio extravergine e rivestirla con un disco di pasta lievitata, avendo cura di lasciare i bordi alti. Distribuire sul fondo le fette di mortadella, a  seguire con lo stracchino a fette e poi con le zucchine a cui ho anche aggiunto una bella manciata di parmigiano e dei cubetti di scamorzone. Chiudere con l’altro disco di pasta lievitata e sigillare per bene i bordi creando un piccolo cordoncino. Bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta e poi spennellare con una emulsione in parti uguali di acqua e olio. Lasciar lievitare in forno con sola lucina accesa per circa 1 ora. Trascorso questo tempo,  riscaldare il forno a 200°C, spennellare nuovamente con l’emulsione la superficie e infornare. Cuocere per circa 25-30 minuti e fino a quando la superficie non sarà ben dorata. Un volta pronto togliere dal forno e lasciar intiepidire su di una gratella. E’ ottima sia tiepida che fredda………….